Crea sito

Teatro e i suoi protagonisti, ArtPls presenta: Claudia Campani

da | Mag 26, 2020 | Teatro

Per la categoria arte teatrale, ArtPls ha intervistato Claudia Campani, una giovane attrice di teatro di grande talento. Spigliata, simpatica e piena di vita, Claudia ci racconta un pò di se e ci da qualche consigli per intraprendere la carriera teatrale.

“Grazie mille per la possibilità di far conoscere questo mondo ormai un po’ dimenticato, e come dice una mia amica attrice/regista e grande donna, Ornella Bonventre, – “w il teatro, chi fa teatro e chi va a teatro”.

Quando ti sei resa conto che il teatro era la strada giusta da seguire?

Ricordo che fin da bambina amavo provare a recitare. Facevo degli spettacoli davanti ai miei genitori con un piccolo microfono giocattolo, provavo a piangere, a ridere e a vedere se ero credibile davanti alla gente – UNA MATTA!

 Ci sono state persone della tua vita che ti hanno influenzato nella scelta del teatro?

Sono nata in una famiglia di artisti: nonni cantanti e musicisti, cugine ballerine,scultrici. Papà pittore e fratello mezzo showman. Sono cresciuta circondata dall’arte e i miei genitori mi hanno sempre incoraggiata.

Immagino che occorra utilizzare tecniche differenti secondo il contesto nel quale si lavora, sono curioso di conoscere cosa ne pensi delle varie esperienze che hai fatto, come ti sei trovata e che tipo di difficoltà hai avuto.

Ci sono sicuramente parti più difficili di altre, magari prepararsi per impersonificare un carattere molto distante dal tuo può essere difficile. Soprattutto se lontano eticamente dal tuo punto di vista.. ricordo di aver trovato particolarmente difficile interpretare, durante uno spettacolo, un comandante delle SS.. è stato davvero forte.

Rispetto al rapporto fra l’attore di teatro e il suo personaggio, mi piacerebbe sapere qual’è il lavoro che stà dietro alla preparazione del suo ruolo. Delle due scuole famose che si possono riassumere sinteticamente nel “recitare” e nell'”essere”, quale delle due ti convince di più?

Assolutamente l’essere. Pensare e comportarsi come se fossi io personaggio stesso porta a una naturalezza senza paragoni, per non parlare delle infinite cose che puoi imparare aprendo il tuo punto di vista e relativizzando la tua posizione.

Ora vorrei chiederti qualcosa rispetto a quando non lavori: quando dall’essere un personaggio ritorni ad essere Claudia Campani come ti senti? Ti mancano un pò i personaggi che hai interpretato o che vorresti interpretare?

Ogni volta che finisce uno spettacolo e si torna in camerino è come se andasse via una parte di te. Alcuni personaggi li saluti come fossero vecchi amici, che magari un giorno rivedrai. Ce ne sono poi altri che ti porti un po’ dentro per sempre. Io ne ho uno in particolare che mi manca sempre da morire, si chiama Nina.

Hai mai curato una regia teatrale o ti piacerebbe farlo in futuro?

Ho tenuto per diversi anni un corso di musical in una scuola superiore della provincia di Milano, dove facevo proprio quello e giuro, mi divertiva da morire! È molto soddisfacente vedere realizzato sul palco il frutto della tua creatività. (Mia e dei miei colleghi in quel preciso momento)

Come ti vedi nel tuo futuro rispetto a questo lavoro?

Vecchia, affaticata e dolorante ma sempre a respirare le tavole del palco. Questo non è una lavoro che puoi scegliere di fare, questa è una vocazione. Il teatro ti sceglie, non viceversa, e tu non puoi fare altro che concederti a vita.

C’è stato un progetto  in particolare, che ti ha permesso di fare un salto in avanti nel tuo lavoro? Se si, spiegami perchè e come ti sei sentita nell’affrontarlo.

L’estate scorsa, per la prima volta nella mia vita , ho fatto una tournée internazionale. Siamo stati fuori dall’Italia per un mesetto, repliche a Londra e ad Edimburgo al fringe festival: il più grande festival internazionale di teatro. Ed io ero lì. Mi sono sentita grata alla mia vita come non mai: ho dovuto imparare a recitare in inglese e questo per me è stato un grandissimo salto in avanti, una cosa che mai avrei creduto di poter fare!

Concludo chiedendoti quali sono state le tue apparizioni più importanti in teatro?

Sicuramente questa citata qui sopra! Ho comunque  recitato In tanti teatri importanti, tra tutti ricordo con immensa emozione il teatro dei filodrammatici. Colmo di storia del teatro.Sono stata molte volte a Roma in diversi teatri e ho fatto qualcosina anche in video. Tra tutte ricorderei la web series che ho girato con i comodi di Colorado i Panpers “E anche oggi si skippa domani” andate a dare un’ occhiata perche è divertente davvero.

arte dell'illustrazione
arte dell'illustrazione
arte dell'illustrazione
arte dell'illustrazione
arte dell'illustrazione

Collegamenti di Claudia Campani

0 commenti

Vuoi ricevere più informazioni?

Newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle novità

Pin It on Pinterest

Share This